La microfibra nelle pulizie professionali. Come riconoscere la qualità del tessile

Franco Silvestrin ci svela preziosi consigli sull’importanza della microfibra e del tessile nel servizio di pulizia. Grazie alla sua esperienza di tecnico, formatore e consulente ci indica come riconoscere la qualità e come scegliere il tipo di panno e frangia mop in microfibra. E’ determinate per la resa a mq, il risultato e il ricondizionamento.

Cosa trovi nella puntata...

2.38′ L’esperienza di Franco Silvestrin nel mondo delle pulizie professionali. L’esperienza nei vari cantieri di pulizia: navi, aerei, treni, hotel, case di riposo, stazioni, uffici, industrie… Lo studio continuo per essere competitivi sul mercato.

3.45′ Il tessile e la microfibra nelle pulizie professionali. La sua evoluzione in questi ultimi anni. Riconoscere la qualità del filato è molto importante e determina il lavoro del cantiere. L’imprenditore e il professionista del pulito devono saper riconoscere che microfibra stanno usando. Non riconoscerne la qualità compromette anche il risultato del servizio di pulizia. La microfibra non è tutta uguale, per ogni superficie ci vuole quella più adatta alla rimozione dello sporco.

Le operazioni per creare un tessuto

> Ritorto: è il prodotto ottenuto con la torcitura da più filati. Il filato può essere dello stesso modello e qualità o di diverso modello e qualità. 

> Torcitura: dove due o più filati vengono accoppiati per torsione. 

> Trama: insieme di fili che insieme all’ordito formano il tessuto. Nel telaio sono  disposti orizzontalmente.  

> Ordito: insieme di fili che con la trama formano il tessuto. Nel telaio sono disposti verticalmente

5.24′ La microfibra nelle pulizie è usata in particolare:

  • nelle frange mop per il lavaggio dei pavimenti, 
  • nei panni per lo spolvero e lavaggio delle superfici, 
  • nei panni per il lavaggio dei vetri e specchi. 

Per il lavaggio dei pavimenti è preferibile usare un mop frangia con il sistema piatto. Esistono varie tipologie di mop piatti, vanno scelte in base alla tipologia di superficie e allo sporco. 

Nelle pulizie ordinarie, prima di scegliere il prodotto chimico va scelta la microfibra. La rimozione dello sporco avviene con l’azione meccanica che viene esercitata anche nei micro pori presente nei pavimenti o superfici. 

6.35′ Nel scegliere la microfibra non bisogna guardare solo al prezzo. Il ragionamento che devi fare è: quale sarà il mio ritorno di investimento? A partità di mq da pulire, una microfibra rispetto ad un’altra mi riduce di molto il tempo di pulizia. Con la giusta microfibra hai una resa migliore. Recupero del tempo che posso investire in lavori di finitura. Oppure inserisco un po’ di interventi straordinari. In questo modo riduco i tempi e i costi di intervento di pulizia di fondo. 

La scelta della microfibra non è così banale, aiuta a ridurre i tempi di esecuzione del servizio. Non concentrarti solo nel costo iniziale della frangia o panno. Ricordati che il 92-95% del costo del servizio di pulizia è manodopera. Devi concentrarti a  intervenire e migliorare i percorsi che fanno gli operatori delle pulizie. Rendi il percorso del servizio più omogeneo. 

10.02′ La vera competitività dell’impresa di pulizia non è perdere tempo nella ricerca di risparmio nell’acquisto di prodotti e attrezzatura. E’ la capacità dell’imprenditore di impostare in maniera efficace il cantiere. Di istruire il proprio personale, di indossare divise pulire, avere carrelli e furgoni in ordine e puliti. L’estetica delle attrezzature e degli operatori è il biglietto da visita dell’impresa di pulizia. L’ordine costa ma ripaga sempre. 

13.16′ Il biglietto da visita per un’azienda, hotel, ufficio è la pulizia. Franco parla della sua esperienza in un campeggio in Puglia, dove usano dei mop frangia in microfibra. Questo sistema aiuta l’operatore delle pulizia a ottenere ottimi risultati e fa ottenere recensioni positive da parte dei villeggianti! 

15.38′ L’analisi statistica nelle strutture sanitarie della regione Lombardia. Le pulizie fanno prevenzione e abbassano i costi della cura. Il direttore sanitario che investe e spende nelle pulizie, complessivamente spende meno, risparmia e abbassa il rischio di infezioni.   

18.33′ il dTex è il metodo di misura della fibra tessile.  Misura la densità lineare e 1 dTex corrisponde a un grammo su 10 km di filato. 

24.01′ Come scegliere la microfibra giusta? 

  • Annusare il mop o panno. E’ il metodo più immediato e semplice. Se sa di olio, gasolio, petrolio, paraffina è indice di un filato di scarsa qualità. L’unguento che si trova nei filati di scarsa qualità rimane e compromette la qualità del pulito. Rilascia una patina che poi viene rilasciata nei pavimenti o superfici. Se invece senti un profumo di cotone, di tessuto è indice di un filato di qualità.
  • Il tatto come metodo per sentire le punta o le cuspidi del filato. In particolare per frange mop a pelo corto. Se con una lieve pressione del pollice il filato cede, la microfibra non è di qualità. Se invece pone una certa resistenza è di qualità. La rigidità mi permette di avere una forza meccanica maggiore, quindi di avere un’alta capacità di rimozione dello sporco.
  • Ricondizionamento dei filati. La microfibra raccoglie lo sporco per effetto elettrostatico. Quando è pulita, carica lo sporco all’interno delle maglie. Una volta satura, si mette in lavatrice o sotto uno scroscio d’acqua per allentare le maglie e far scaricare lo sporco. Il processo di ricondizionamento è la capacità di rendere pulita la frangia mop. E’ una fase molto importante, determina la qualità del servizio di pulizia. Un frangia mop non pulita lascerà dei residui nel pavimento. Quando il filato è buono si ricondiziona velocemente, mentre è di scarsa qualità quando non si ripulisce facilmente. La prova veloce ed efficace è mettere la frangia mop in verticale sotto un rubinetto di acqua: se lo sporco viene via da solo è di ottima qualità. 

32.16′ Come formare gli operatori delle pulizie? Uno strumento per finanziare la formazione è il fondimpresa.

Per contattare Franco Silvestrin scrivi a info@soluzioniperpulire.it o clicca QUI

Ascolta questa puntata su ITunes Podcast, iscriviti al canale Soluzioni Per Pulire e scrivi una recensione.

The following two tabs change content below.
Aiuto imprenditori e professionisti del pulito a creare valore e generare cultura al proprio lavoro. Fondatore di soluzioniperpulire.it collaboro con varie realtà per diffondere l'importanza delle pulizie professionali come strumento di prevenzione e salute delle persone.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *