Come scegliere una lavasciuga pavimenti professionale

Daniele Zambaldo intervista Valerio Menini di Igena srl. Grazie ai suoi quarant’anni di esperienza nel settore delle macchine per la pulizia professionale, ci dona preziosi consigli per scegliere una lavasciuga pavimenti professionale e non fare una scelta sbagliata. All’interno della puntata trovi il codice sconto per acquistare o noleggiare una lavasciuga pavimenti professionale.

Cosa trovi nella puntata...

3.03′ Le caratteristiche di una lavasciuga pavimenti. 

Sono macchine che lavano e asciugano i pavimenti, puliscono qualsiasi superficie pavimentata sia interna che esterna. Esistono le versioni operatore a terra o a bordo. 

Possono essere classificate in base al:

  • Sistema lavante, con disco a spazzola o disco trascinatore. Nel disco trascinatore viene abbinato un disco abrasivo per facilitare la rimozione dello sporco. Esistono anche le versioni a rullo con spazzole. 
  • Alimentazione, possono essere a batteria o a cavo. In rari casi con motore endotermico. 
  • Tipo di trazione, elettrico con un motore che agisce sulle ruote o a trazione meccanica. 
I principali componenti sono:
  • Testata lavante, è la parte dove viene esercitata l’azione lavante di tipo meccanico assieme alla soluzione detergente. 
  • Tergipavimento, è di larghezza superiore alla testata lavante. Recupera tramite aspirazione la soluzione detergente rilasciata dalla macchina in fase di lavaggio. Può essere a forma dirtta, curva o a V. 
  • Aspirazione, è costituito da un motore che crea una depressione all’interno del serbatoio di recupero e consente di recuperare la souluzione detergente. 
  • Serbatoio della soluzione, dove viene messa acqua e il detergente adatto. 
  • Serbatoio di recupero, per recuperare la soluzione detergente aspirata dal tergipavimento. 
  • Batteria, una lavasciuga può essere equipaggiata con batterie ad acido, a gel, AGM, Litio. 
  • Motore endotermico, sono rare le lavasciuga con il motore a scoppio. Vengono usata all’esterno per grandi spazi. 

4.02′ la differenza tra una macchina lavasciuga a cavo o a batteria. Le macchine lavasciuga a batteria sono le più usate, sono comode perché permettono di muoversi liberamente senza ostacoli. E’ necessaria in alcune tipologie di batteria una manutenzione periodica e ogni 4-5 anni è necessario sostituirle. Quelle a cavo, solitamente sono di medie-piccole dimensioni, più leggere e non hanno problemi di sostituzione o manutenzione delle batterie. Il cavo ti impedisce di muoverti liberamente, specie se hai degli ostacoli come sedie o tavoli nella stanza.

6.14′ Gli spazi operativi come criterio di scelta. 

Per scegliere la macchina giusta devi distinguere tra resa teorica e resa pratica. La resa teorica dei mq/ora l’ottieni calcolando la larghezza della pista di lavoro moltiplicata per la velocità massima. La resa pratica è 40% – 70% della resa teorica. Le variabili sono: 

  • tempi di carico e scarico della soluzione;
  • distanza della fonte di approvvigionamento;
  • tipologia del pavimento;
  • ingombri dell’ambiente.

Inoltre se hai una macchina a batterie devi calcolare l’autonomia delle batterie, che varia a seconda della macchina lavasciuga da 45 minuti a 4 ore circa. 

8.02″ Come scegliere la macchina operatore a terra e a bordo.

9.58′ Il sistema lavante: disco o  a rullo. 

Le lavasciuga a rullo sono indicate per alcune tipologie di pavimenti ruvidi come il bullonato, in gres o gomma. Il più usato è il disco e presenta diverse varianti a seconda dell’intervento che si deve fare, la tipologia del pavimento e dello sporco.  Si dividono in spazzole (bassina, nylon, polipropilene, Tynex, acciaio e misto acciaio) e dischi trascinatori su cui vanno appoggiati i dischi abrasivi.

Altri tipi di dischi sono quelli in granuli di diamante, microfibra, gomma o gomma microfibra che servono per  la pulizia di pavimenti in gres microporosi. 

16.06′ La manutenzione della lavasciuga pavimenti giornaliera e periodica. 

  • Svuota e pulisci il serbatoio di recupero, serve per evitare odori e contaminazioni. Con un getto di acqua pulisci il serbatoio e lascia il coperchio aperto. 
  • Svuota il serbatoio soluzione, se lasci la macchina ferma più di 2 giorni è meglio svuotarlo per evitare che la soluzione marcisca ed emani cattivi odori. 
  • Controlla lo stato delle spazzole e delle gomme tergipavimento. Se usurate compromettono la qualità del servizio.
  • Pulisci il filtro d’aspirazione con una frequenza settimanale, per evitare malfunzionamenti della macchina. 
  • Pulisci il filtro della soluzione frequentemente.
  • Pulisci il tergipavimento, pulire le gomme e le bocche di aspirazione ad ogni uso. 
  • Pulisci periodicamente il tubo di aspirazione, per evitare che ci siano ostruzioni all’aspirazione.

A fine lavoro togli le spazzole o dischi trascinatori, lavali e falli asciugare. Ogni tanto pulisci l’esterno della macchina con un panno o spugna, evita i getti d’acqua per evitare danni alle parti elettriche o meccaniche.  

Se la tua lavasciuga è a batterie, ricordati di metterla sotto carica. 

19.26′ La scelta della batteria. Le batterie possono essere:

  • D’avviamento, a Pb-Acido o a Gel
  • Semitrazione, a Pb-Acido o a Gel o AGM
  • Trazione, a Pb-Acido 

Il voltaggio varia al variare del numero di elementi, da 12 a 48 volt e la sua durata varia da 250 fino a 1200 cicli. 

22.40′ Cosa tenere presente per scegliere una lavasciuga pavimenti? La scelta è di vedere tutto il cilclo di vita, quello del cantiere. 

Per scrivermi daniele@soluzioniperpulire.it o clicca QUI.

Ascolta questa puntata su ITunes Podcast, iscriviti al canale Soluzioni Per Pulire e scrivi una recensione.

The following two tabs change content below.
Aiuto imprenditori e professionisti del pulito a creare valore e generare cultura al proprio lavoro. Fondatore di soluzioniperpulire.it collaboro con varie realtà per diffondere l'importanza delle pulizie professionali come strumento di prevenzione e salute delle persone.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *