Come pulire senza acqua e detergenti. La pulizia criogenica con ghiaccio a secco

Daniele Zambaldo intervista Franco Marchesini e Loredana Pasquetto di CPS Ice, azienda che produce macchine per la pulizia criogenica. E’ un metodo di pulizia poco conosciuto ma che risolve molti problemi di sporco. Non bagna, non usa detergenti e non rovina le superfici. Il ghiaccio a secco una volta a contatto con lo sporco si trasforma nello stato gassoso. Scopri i campi di applicazione e i vantaggi di questo sistema di pulizia.

Cosa trovi nella puntata...

1.27′ Pulire senza acqua e detergenti. Le opportunità della pulizia criogenica con ghiaccio a secco.

1.58′ Franco Marchesini e Loredana Pasquetto di CPS Ice, azienda che produce macchine per la pulizia con ghiaccio a secco di Verona. La lunga esperienza nel mondo del cleaning professionale come servizio di pulizia e la svolta a produttori di macchine.  

4.30′ L’aspetto ecologico della pulizia criogenica. I riconoscimenti. La fiera Mecspe di Parma. 

6.32′ Che cosa serve per fare la pulizia con ghiaccio a secco. 

> L’attrezzatura per il sistema di pulizia criogenica

  • aria compressa;
  • essiccatore, se l’aria è prodotta non è essiccata. Nelle aziende dove c’è l’impianto di aria compressa, non serve. Se invece usi un’unita esterna, tipo un compressore a noleggio, devi avere anche un essiccatore, altrimenti l’umidità presente nell’aria si ghiaccia e crea problemi alla macchina;
  • pellets di ghiaccio a secco;
  • macchina per il ghiaccio a secco;
  • pistola e accessori.

7.54′ La differenza tra ghiaccio tradizionale H2O e ghiaccio a secco CO2 in forma solida. La pulizia criogenica usa ghiaccio a secco CO2 di ottima qualità. Questo evita di avere problemi alle macchine, fermi macchina per intasatura di acqua ghiacciata nelle tubature. 

9.01′ Cosa fa il ghiaccio a secco? 

Il principio tecnico della rimozione dello sporco attraverso:

  • l’effetto meccanico, la forza d’impatto e pressione esercitata dal ghiaccio a secco;
  • effetto termico, con una repentina diminuzione di temperatura; Il ghiaccio a secco viene erogato ad una temperatura di – 79°C. 
  • sublimazione, il passaggio dei pellet di ghiaccio dallo stato solido a quello gassoso. 

11.25″ Differenza tra sabbiatura e ghiaccio a secco. La sabbiatura tradizionale con granuli di sabbia incide la superficie per togliere lo sporco o la vernice. Mentre il sistema di pulizia con ghiaccio a secco non incide e non rovina la superficie sottostante. La rimozione dello sporco avviene per azione distaccante esercitata tra lo strato di sporco e la superficie che c’è sotto, e non per asportazione tramite azione di taglio come per la sabbiatura.

12.44′ I campi di applicazione della pulizia criogenica:

  • Alimentare, tappeti con trama in acciaio inox, forni, stampi wafer, stampi dolci in genere. Stampi per bottiglie PET. 
  • Aeronautica, componentistica interna aeromobile. 
  • Chimico, versamenti su reattori resina e poliuretano.
  • Elettrico, turbine, motori, reattori, quadri elettrici.
  • Ferroviario, sottoscocca, carrozzeria, dischi freno.
  • Fonderia, rimozione distaccante e pulizia robot.
  • Gomma, pulizia stampi.
  • Meccanica generale, grandi centri di lavoro con utensili ricambiabili, rimozione ruggine. 
  • Navale, rimozione antivegetativo. 
  • Verniciature, linee di verniciatura, e bilancelle porta pezzi.
  • Petrolchimico, bonifica di reattori, cisterne da versamenti di bitume. 
  • Plastica, pulizia stampi, viti senza fine.
  • Grafica, rimozione inchiostri da supporti, rulli, tappeti.
  • Calzatura, rimozione distaccante per suole in poliuretano/EVA. 
Ecco qui le operazioni di pulizia con il sistema ghiaccio a secco >>>

17.28′ I vantaggi della pulizia con ghiaccio a secco rispetto ad altri metodi:

  • nessuna acqua reflua o rifiuto da smaltire, oltre allo sporco secco rimosso. Il ghiaccio a secco CO2 (anidride carbonica solida) quando viene a contatto con lo sporco, svanisce in gas atossico per sublimazione. Non è soggetta ad alcun limite di emissione. 
  • Nessun tipo di abrasione, alterazione dimensionale o danneggiamento della superficie sottostante.  
  • Nessuna necessità di proteggere parti eventualmente sensibili ai solventi, all’acqua o di altra natura. 
  • Nessuna asciugatura, in quanto non c’è dilavamento come un’idropulitrice o un sistema di pulizia tradizionale che usa acqua e detergente. 
  • Nessun rischio di residuo di particelle abrasive in zone delicate. 
  • Possibilità di pulire in loco, senza smontare parti e senza il rischio di contaminazione. Porta enormi risparmi di tempo e consente di evitare o ridurre il fermo linea o macchina. 
  • Compatibilità alimentare. L’anidride carbonica è  una sostanza atossica. 
  • Sicurezza alimentare, con test microbiologici sulle superfici comprovati da laboratorio accreditato. E’ stato rilevato che dopo la pulizia criogenica è stata abbattuta la carica batterica. 

> Vuoi fare una prova di pulizia con ghiaccio a secco?

  1. Se hai uno stampo o qualcosa di rimovibile e trasportabile puoi spedirlo o venire tu stesso a verificare l’efficacia o meno di questo sistema di pulizia.
  2. Se hai un impianto, si organizza la prova di pulizia presso la tua sede. 
Per prenotare la prova o chiedere informazioni a Franco o Loredana 
info@soluzioniperpulire.it o vai Qui.

Ecco alcuni video di pulizie con il sistema ghiaccio a secco. 

Ascolta questa puntata su ITunes Podcast, iscriviti al canale Soluzioni Per Pulire e scrivi una recensione.

The following two tabs change content below.
Aiuto imprenditori e professionisti del pulito a creare valore e generare cultura al proprio lavoro. Fondatore di soluzioniperpulire.it collaboro con varie realtà per diffondere l'importanza delle pulizie professionali come strumento di prevenzione e salute delle persone.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *